biografia

Gianmarco Olivè (Milano, 1962) si laurea in architettura presso il Politecnico di Milano nel 1987 e, fino al 1994, è assistente alla cattedra di Disegno e Rilievo presso lo stesso Ateneo, collaborando al laboratorio di Propedeusi al Progetto. Pubblica “Uomo e artificio” presso Liguori Editore nel 1993.

Nel 1981 inizia a interessarsi di discipline e pratiche psicofisiche, seguendo i seminari di bioenergetica tenuti in Italia da Jules Grossman prima, e da sua moglie Teddi poi. Negli stessi anni inizia a interessarsi di pratiche meditative, in particolare la vipassana.

Dal 1987 pratica l'Aikido come allievo diretto del M° Yoji Fujimoto 7° dan, Hombu Dojo Shihan, vicedirettore didattico dell'Aikikai d'Italia, di cui è assistente per il corso principianti dal 1989 al 1994; l'anno seguente si trasferisce in Toscana e apre il Dojo Aikikai Pisa, di cui è responsabile didattico.

Dal 1990 al 1994 frequenta il corso di formazione in pedagogia artistica steineriana presso la scuola d'arte la Metamorfosi sotto la guida del M° Giuseppe De Luca.

Dal 1999 segue il M° C. Tissier nei sui stage italiani e in quelli parigini.

Attualmente è 3° dan shidoin Aikikai d'Italia, con diploma certificato dallo Hombu Dojo di Tokyo.

Pubblica "Aikido: l'Arte della Relazione" presso Adea Editore nel 2007.